loader
demo
Torna agli articoli

Qual è la differenza tra DEM e Newsletter? E cosa c’entrano le vecchie Fanzine?

Scopriamo insieme questo fil rouge

Web e SEO



La prima parte di Giugno è sempre tempo di ricordi: è il momento in cui la scuola finiva, cambiavano i ritmi e il clima, partivano la pubblicità del Cornetto e le hit dell’estate dettate dal Festivalbar. Per noi millennials in agenzia sono particolarmente forti questi ricordi anni ’80-’90 e un interessante “fenomeno comunicativo” che ci è venuto in mente in questi giorni pensando a quegli anni sono le Fanzine.

Fanzine è una parola nata dalla crasi tra i due termini inglesi “fan” e “magazine”. I giovani di allora super-nerd entusiasti di un certo argomento (musica, sport, cinema, etc.) ma senza un ghello in tasca volevano comunicare idee, opinioni e informazioni a una community. Come fare? 

Naquero così queste pubblicazioni “corsare” su un determinato argomento, stampate e fotocopiate in bianco e nero, rilegate al volo e distribuite gratuitamente o quasi in circuiti indipendenti. Proprio per la loro natura amatoriale e cheap le fanzine erano zeppe di creatività, per condividere e far circolare informazioni appassionatamente e lontano dalle modalità editoriali classiche.

Le Fanzine possono essere viste in qualche modo come “le nonne” di due strumenti importanti che oggi chi fa digital marketing, come noi, deve saper usare in maniera approfondita e consapevole: le Newsletter e le DEM. Diamo una definizione dei due strumenti.

Una Newsletter (che in italiano suona come bollettino, ricordando un po’ quello della parrocchia), è un aggiornamento periodico sottoforma di messaggio e-mail che un ente o un’azienda, mandano a un determinato target di utenti/clienti/associati per tenerli aggiornati sulle proprie attività più significative e rilevanti.  
Una DEM, invece (acronimo di Direct Email Marketing), ha una funzione più specifica. Se nella Newsletter periodica informiamo l’utente, con la DEM andiamo invece a fare un’azione espressamente pubblicitaria. La DEM è infatti una e-mail studiata per comunicare vantaggi, sconti, promozioni e in generale prodotti e servizi specifici che possano soddisfare con buona probabilità i bisogni di quel target in quel determinato periodo. 

In cosa le Fanzine degli anni ’90 si collegano alle attuali Newsletter e DEM? 

Prima di tutto le similitudini stanno nell’uscita regolare, che in qualche modo fidelizza l’utente: come le Fanzine avevano uscita settimanale o mensile (in genere in un determinato giorno della settimana, in modo da creare attesa nel lettore) così Newsletter e DEM vengono concepite con un piano editoriale a lungo termine, con temi ricorrenti e un calendario di invii cadenzati e regolari nel tempo. 

Secondo aspetto interessante: il target, sia per le vecchie Fanzine che per i nuovi strumenti di digital marketing, è fortemente verticale, ossia la comunicazione è pensata e indirizzata a persone molto interessate all’argomento. Per le Fanzine la verticalità è intuitiva: erano pubblicazioni che dei fan creavano per altri fan. Nelle Newsletter e nelle DEM la verticalità deve essere ricercata, impegnandosi nella creazione di un database scelto: contatti il più possibile validi, utenti interessati a ricevere quanto stiamo loro comunicando - in modo che si crei soddisfazione del bisogno del cliente con questi messaggi e non perdita di tempo (le mail percepite come fastidioso spam cioè). 

Infine, terzo ma non ultimo aspetto: la creatività! Le Fanzine erano una fucina di idee allo stato puro, i pochi mezzi grafici e di stampa portavano ad aguzzare l’ingegno, c’erano vere opere d’arte create con il minimo di risorse economiche. Soprattutto le DEM oggi, più sono creative e accattivanti e più cattureranno l’attenzione di chi legge.

Dunque vi interessa creare engagement nella vostra comunità, comunicare offerte e informazioni ma non sapete da dove partire?
Non preoccupatevi: affidate il vostro database utenti a Comunicazione & Immagine e cercheremo insieme di scaldare i motori di quel vecchio e caro ingegno da millennials!